LEVANTO, VAL DI VARA E CINQUE TERRE

Levanto: borgo e valle

Quando sono arrivato per la prima volta a Levanto era inverno. Volevo provare a fare surf in Italia e tutte le informazioni meteo davano per quel giorno le condizioni ottimali.

Imboccata la via Dante cominciai a sentire una bella sensazione. Era energia e serenità contemporaneamente, difficile da spiegare…

Continuo a camminare e dritto in fondo sotto gli archi della vecchia ferrovia comincio a intravvedere il mare, mi viene per un attimo voglia di correre ma subito lo sguardo viene rapito dalla piazza Staglieno con i giardini che si aprono alla fine della via.

Guardo in alto e vedo le case che si arroccano al fronte est della vallata, tutto mi sembra così al suo posto che anche a immaginarlo non si sarebbe potuto pensarlo meglio nella mia testa.

Mi viene voglia di correre da un punto all’altro della piazza, mi giro e scorgo un carrugio che si inerpica dietro i giardini, la curiosità è altissima ma il mare era l’obiettivo e allora proseguo, passo sotto gli archi e… non è possibile… se si cercasse una definizione grafica per la parola “baia” o “golfo” non si potrebbe che disegnarla che così.

Ovunque lo sguardo incornici l’orizzonte sembra una cartolina, non riesco che a pensare che questo è il luogo perfetto, almeno per me.

Tira vento e il mare non me l’ero immaginato così furioso ma non ho freddo, questo posto mi riscalda come un cappotto cucito su misura e mi abbraccia con una rara bellezza.

Da quel giorno sono passati più di vent’anni e, tecnicamente, da lì non me ne sono mai andato. Vivo più che posso in una mansarda a tre minuti a piedi da quella sensazione che non mi ha mai lasciato.

Levanto e la sua vallata con i borghi appesi ai crinali come quando si decorano le casette nel presepe offre una natura mediterranea ricca di profumi e aria salmastra, vini prelibati e tante storie. Camminare qui nella macchia e nelle leccete a picco sul mare è un dono e un’esperienza unica.

Vieni con me a scoprire la storia e la natura del borgo e della sua valle.

Val di Vara, la valle del biologico

La valle solcata dal fiume più lungo della Liguria è un’oasi di natura selvaggia, di crinali impervi, di storia e produzioni agricole locali attente alle migliori tecniche di produzione in armonia con il territorio.

I suoi tanti torrenti irradiano questa terra che diventa verde smeraldo. I suoi crinali paralleli al mare nell’entroterra delle Cinque Terre ne fanno da contraltare nella cultura e nella vita di queste zone.

Val di Vara
Val di Vara, cascata

Tracce di insediamenti medioevali, pievi e castelli caratterizzano i punti panoramici delle cime dei vari crinali e i passi a testimonianza di reti di scambi tra la costa e l’entroterra in un fondersi di cultura, folklore e prodotti gastronomici che sfuma verso la Lunigiana mantenendo continuità, un’eredità di secoli di storie.

Nel mio viaggio esplorativo ho riscoperto percorsi antichi e uno a cui sono particolarmente fiero e appassionato perché collega Levanto con l’entroterra in una traversata della Val di Vara mozzafiato. La Via de Pontremulo.

La Val di Vara è un viaggio nell’autenticità, nella genuinità della gente che la abita e che si riflette in una cucina semplice ma curata nei dettagli e nell’attenzione per prodotti che esprimono da subito l’amore per le cose fatte bene, come una volta.

Qui il tempo si ferma e ti riporta indietro in una vita lontana ma vera.

Cinque Terre, i borghi del patrimonio Unesco

I cinque borghi medioevali più famosi al mondo, più incredibili e spettacolari.

Questo lembo di costa è la prova che l’Uomo può riuscire ad allearsi alla Natura e costruire insieme a lei qualcosa di veramente speciale.

Dal mare o dai monti ogni angolatura è un’istantanea che ti porterai per sempre nel cuore. La costa terrazzata a monte nei borghi è la cornice perfetta per un mondo che sembra fatato ma che va scoperto nella storia delle genti che hanno creato e che ancora abitano questi angoli medioevali sospesi tra terra e mare.

Cinque Terre

Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore unite nella bellezza ma diverse nelle loro conformazioni e storie.

Una cultura che spazia dalle acciughe al vino, dal mare ai monti unita nella forza di volontà e nella tenacia.

La visita dei borghi non può prescindere dal trekking, oggi come in passato questi luoghi vanno conquistati, vanno meritati per capirli nella loro relazione intrinseca con quello che le circonda.

Vieni con me a scoprire le Cinque Terre lungo i sentieri verticali, i terrazzamenti, i santuari, entra nel quadro e vieni a far parte del patrimonio culturale Unesco più suggestivo.

Cinque Terre

Sul tuo cammino dal mare a i monti possiamo organizzare anche:

  • Degustazioni vini locali
  • Degustazioni miele
  • Corso di cucina (pesto e altre ricette)
  • Escursioni in barca
  • Escursioni in sup
  • Rafting
  • Canyoning
  • Surf

Contattaci qua sotto per qualsiasi informazione e cominciare ad organizzare il tuo viaggio trekking!
A passo lento nella magia della natura!

Scopri qui come funziona il nuovo servizio Trekking su Misura e per iniziare a progettare la tua avventura compila il form qua sotto!

Federico Chiodaroli

Federico Chiodaroli

+39 347 48 88 858

PER INFORMAZIONI E DOMANDE COMPILA QUI

Grazie per il vostro messaggio. È stato inviato.
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il messaggio. Per favore riprova più tardi.